Commento al Vangelo

Prendendola per mano

Il Vangelo commentato dai giovani e dai salesiani. Prenditi un tempo di meditazione sulla Parola di Dio.


V Domenica Tempo Ordinario

Dal Vangelo secondo Marco
Mc 1,29-39


In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, andò subito nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e di Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!».
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.

Commento

Andò subito, subito gli parlarono, al mattino presto si alzò.
In questo vangelo Marco sottolinea più volte che Gesù non perde tempo, si mette subito a fare, non aspetta a partire la mattina. Quante volte nella nostra vita, ci perdiamo in mille pensieri e non quagliamo, e qui Gesù ci mostra come tante volte bisogna prendere in mano la situazione.

È tanto interessante che Gesù, si avvicina alla suocera di Simone, la prende per mano e la febbre la lasciò, credo che questo si possa applicare alla nostra vita, alle nostre difficoltà, che ci fanno stare male, e forse se riuscissimo a prendere per mano Cristo, sicuramente anche le nostre sofferenze si allevierebbero, è curioso che Gesù non la tocca solamente, ma gli dà la mano, e credo che anche noi dobbiamo fare così, iniziare un cammino con Gesù, una relazione con lui affinché ci possa aiutare!

Il giorno dopo, sempre senza perdere tempo, prima di incamminarsi, si ritira in un luogo deserto, la prima cosa che fa la mattina, ancor prima che sorga il sole, è pregare il padre Suo, e solamente dopo parte per una nuova città, se questo dettaglio fosse trascurabile Marco non lo avrebbe inserito, invece per Gesù questo momento intimo di preghiera è fondamentale prima di dedicarsi alle mille cose che deve fare, è l’incipit della giornata, tutto parte da questo momento di preghiera.

Versione app: 3.13.2.0 (6ccc511)