Cammini MGS

Quattro giorni di Esercizi

Una trentina di giovani del MGS hanno vissuto quattro giorni di Esercizi Spirituali sui luoghi salesiani, alla scoperta del sogno che Dio ha per la loro vita


Nel corso della vita di ciascuno ci sono momenti in cui si avverte più intenso il desiderio di comprendere il senso della propria esistenza. Sono momenti in cui affiorano dal cuore domande che spingono ad uscire dalla quotidianità per trovare tempi e spazi di silenzio, di riflessione e preghiera, di ricerca della propria identità più profonda. 

"Chi sono? Da dove vengo? Dove vado? Perché sono al mondo? Per chi sono al mondo?"
Sono domande impegnative, vero? Eppure sono le domande che poi, una volta intuita la risposta personale, danno il tono all’intera esistenza.

È con queste domande e questi desideri che una trentina di giovani del MGS hanno vissuto gli Esercizi Spirituali che si sono svolti dal 16 al 19 febbraio. Diciotto ragazze del cammino GR e Faccia a Faccia sono state a Nizza Monferrato, sui luoghi di Madre Mazzarello, mentre quindici ragazzi sono andati al Colle don Bosco sui luoghi di don Bosco.

Pur vivendo l’esperienza in luoghi diversi, gli ingredienti che hanno strutturato le loro giornate sono stati simili: tempo di preghiera a partire dai testi biblici, tempo di silenzio personale per cercare di ascoltare la voce di Dio che parla nella vita di ciascuno, tempo di condivisione (con i novizi, con le suore, tra di loro), ma anche tempo di allegria e di gioco, tipico del carisma salesiano. 

Gli esercizi spirituali sono sempre un’occasione per crescere nella fede, per affrontare domande che portano a camminare seguendo la voce di Dio, sono un tempo di discernimento anche esplicito a livello vocazionale, che conducono a fare scelte concrete per il futuro.

Nel santuario di Maria Ausiliatrice, ai piedi di don Bosco e Madre Mazzarello, domenica 19 febbraio i ragazzi hanno potuto consegnare nella preghiera e sull’altare le loro domande, i loro sogni, le loro paure, certi che il Signore della vita e don Bosco stesso, ascoltano il grido del cuore. 

“Non so ancora cosa farò nella mia vita, ma sono sicuro di una cosa: che non lascerò mai don Bosco”.
 

Versione app: 3.13.2.0 (6ccc511)